domenica 27 novembre 2011

Questa non è una escort...infatti...

Venti minuti fa ero tranquillamente seduta sul divano a far punto croce guardando distrattamente la tv... Arriva la pubblicità e mandano in onda la nuova pubblicità della Fiat Panda con la voce di Piero Chiambretti in sottofondo.
La pubblicità mostra una donna ben vestita(giacca, gonna e decolletè nere con tacco ) che cammina. Chiambretti che dice "Questa non è una escort!", il video avanza e si vede una Fiat Panda rossa e Chiambretti continua "E' una Panda!"..I miei sensi di ragno si mettono in allerta finchè Piero esordisce dicendo una cosa tipo :"Anche perchè la Panda fa lo stesso prezzo per tutti."
Ora, io non mi sono affatto messa a ridere, anche se questa voleva essere sicuramente una battuta. La donna del video è questa:
Io vi vedo una donna vestita molto elegantemente. Non vi vedo una escort. Purtroppo una pubblicità del genere fa passare qualsiasi donna vestita così (come potrei essere io quando esco con mio Marito avendo scarpe e gonna uguali) per una escort. Mi sembra che si stiano fomentando degli stereotipi sbagliati, inopportuni ed alquanto sessisti.
D'altronde non si fa che confermare che per vendere qualsiasi cosa, da un'auto alle gomme da masticare, bisogna utilizzare la donna come oggetto, puntando sul lato sessuale della sua persona. E la cosa è davvero triste, sia perchè a quanto pare abbiamo dei pubblicitari con una fantasia alquanto limitata, sia perchè è ormai tollerato lo sfruttamento dell'immagine femminile come mero oggetto sessuale. Ed è triste anche il fatto che le donne continuino ad accettarlo, trovandolo pure divertente.
Concludo qui, ma ci sarebbe davvero molto da dire in merito..

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Invece di prendertela con i pubblicitari, dovresti farlo con le donne che esercitano la professione più antica del mondo non per necessità ma per avere soldi facili. Tipo quella che si vede nello spot per intenderci.

Peggy Lyu ha detto...

Innanzitutto gradirei che ci si firmasse quando si commenta, giusto per sapere con chi parlo.
Poi, non critico chi fa la escort perchè ognuno è libero di fare il "mestiere" che preferisce. Ovviamente non è che ammiro e difendo le escort, semplicemente non mi tocca ciò che fanno. Dopotutto c'è gente che le paga, loro ne approfittano e fine.Ed in ogni caso non centrano proprio niente con la pubblciità in questione.
Se avessi letto bene quelle quattro righe che ho scritto, vi avresti letto "(...)sia perchè è ormai tollerato lo sfruttamento dell'immagine femminile come mero oggetto sessuale. Ed è triste anche il fatto che le donne continuino ad accettarlo, trovandolo pure divertente.". Questo vale sia per le spettatrici che magari trovano la pubblicità dovertente, sia per chi fomenta lo stereotipo, come la signora che si è prestata a tale pubblicità. E no, non smetto di criticare i pubblcitari (tra l'altro uomini, ho letto i loro nomi) perchè pure loro fanno parte della creazione della pubblicità e dello stereotipo. Ognuno ha le sue colpe in questo "gioco" e non credo sia giusto incolpare l'uno e non l'altro. La televisione poi è la grande lente attraverso la quale la gente vede il mondo,ed essendo la gente piuttosto influenzabile è scontato che domani vedano una signora qualunque vestita come la donna della pubblicità e la additino a escort (succede, purtroppo se ne sentono di tutti i colori).
Spero di essere stata easustiva.
Rinnovo il mio desiderio affinchè chi commenta metta la firma alla fine del commento.

suz_stars ha detto...

beh,io sono sulla stessa lunghezza d'onda di peggy lyu.
certamente quella di chiambretti era una battuta,nessun dubbio che volesse essere divertente e puntare sul fatto che la fiat fa un prezzo unico x le proprie auto(cosa falsa tra l'altro,l'ho scoperto in cncessionario,ma non importa)
e certamente se una donna x bisogno o x piacere decide di fare la escort la cosa non mi può fregare di meno.
invece trovo fastidioso che qualsiasi cosa si pubblicizzi si usa la donna come oggetto.in alcuni casi per la pubblicità scelta era "necessario" dare una certa immagine alla donna.ad esempio la pubblicità del salamino cacciatore,che ho trovato solo divertente,e non offensiva verso le donne.
se tre quarti delle pubblicità hanno donne nude,non è certo colpa delle escort o delle prostitute,ma dei pubblicitari che scrivono gli spot(uomini o donne che siano).dubito che un pubblicitario scriva uno spot in cui una donna deve battere al computer,e l'attrice che la interpreta di sua spontanea pubblicità decide di spogliarsi.

poi ognuno può pensarla come vuole,ma mi pare che quantomeno il mio pensiero abbia un minimo di logica,e la logica è a prescindere del giudizio che uno ha.

economistapercaso ha detto...

l'Italia, purtroppo, è ancora molto lontana dall'essere un paese civile...

Escort ha detto...

Mah, vi lamentate tanto per l'Italia, ma vi state rendendo conto di cosa c'è nel resto del mondo?

Peggy Lyu ha detto...

Il fatto che nel resto del mondo le cose male (ma da qualche parte pure benissimo), non implica che non ci si possa lamentare dell'Italia. Sarebbe una corsa al ribasso nonchè una grandissima sciocchezza. Ritengo che ci si possa, e debba, lamentare di qualsiasi cosa. Essendo questo un blog che non vuole trattare politica, certi argomenti non li tratto. Non obbligo nessuno a leggerlo, ma apprezzo le opinioni altrui, se espresse in modo costruttivo

suz_stars ha detto...

sinceramente credo che le cose in italia vadano parecchio male,e visto e considerato che vivo in italia mi preoccupo e lamento prima x quello che capita qui.
forse sarò egoista e penserò solo a me stessa,non so!

Nikita ha detto...

Non te la prendere Peggy... Lo so è triste che si usi sempre l'immagine della donna per vendere qualsiasi prodotto ma gli uomini, purtroppo, hanno una mentalità talmente ristretta che anche vedendo una macchina pensano al sesso, che ci vuoi fare? è a loro natura. Ci consola il fatto che queste donne prestano il loro corpo ma nella realtà poi gli uomini li fanno strisciare ai loro piedi. ;DDD In ogni caso siamo sempre più avanti di loro ahahahahaha. Baci.

BellaDiGiorno ha detto...

Io l'ho trovata divertente. Finalmente le puttane sono viste come donne di classe!
Ecco perchè alle donne che non fanno questo lavoro da fastidio questo spot.

mi verrebbe da dire: la classe non è acqua... è puttana! ;)

Accompagnatrice Torino ha detto...

Ma dai, non penso fosse così brutta come battuta...