martedì 25 novembre 2014

Gli onesti esistono!

Sabato sera ho avuto modo di scoprire che al mondo qualche persona onesta effettivamente è rimasta.
Sono a casa col Maritino malato e guardo fuori dalla finestra. Vedo un foglietto sulla mia macchina e sul momento penso "Uffa, altra pubblicità!" mentre Maritino "Sarà una multa" e per cosa? Mica è in divieto! Scendo e scopro che il biglietto è un foglio bianco scritto a mano che dice più o meno "Mi dispiace ma le ho causato un danno alla portiera dx. Mi chiami al ***********". Noto quindi lo specchietto rientrato e nero e una bella botta sulla portiera lato passeggero. Salgo in casa abbastanza alterata e sfogandomi un pò e poi però mi calmo. Ho in mano un biglietto con un numero di telefono fisso, quando mai mi è capitato che mi facessero un danno e non scappassero? Mai. Rincuorata dall'onestà chiamo quindi il numero e scopro che l'autore del danno abita nella villa accanto al mio condominio. Scendo e lo incontro. Il signore si scusa a profusione e mi dice essere il proprietario di una delle carrozzerie più famose del circondario (se non LA più famosa) e che se gli lascio le chiavi dell'auto nella cassetta della posta domenica sera, lunedì se la porta in officina e la aggiusta lui senza far constatazioni amichevoli che si sa che le assicurazioni... Insomma, accetto, perchè comunque il signore di fama lo conosco e so che ci si può fidare ( i miei per esempio han sempre portato l'auto nell'officina del fratello). 
Ieri sera l'auto ancora non era parcheggiata davanti a casa e ammetto che cominciavo ad agitarmi. Anche perchè ok, capisco che non sei riuscito a finirla, ma una telefonata... Vabbè, stamattina vado a far la spesa con l'auto di Maritino (auto che odio a morte) e torno a casa avvilita perchè pomeriggio mi tocca usarla pure per andare a lavorare (ieri mi ha portato mia mamma anche se non serviva, ma le faceva piacere e così l'ho accontentata). Alla mezza mi suona il telefono ed è il carrozziere che mi ha appena riportato l'auto a casa. Non solo l'ha aggiustata, ma me l'ha pure pulita! Gli ho detto che non serviva assolutamente e lui "Eh signora, mi è dispiaciuto così tanto di averle fatto il danno che ho voluto farmi perdonare"... Insomma, gentilissimo. Nella sfortuna non poteva andarmi meglio. 
D'altronde, sono cose che succedono insomma! L'incidente è successo perchè c'era sole, la mia auto è grigio chiaro metallizzato e lui uscendo da casa in retro non l'ha vista e ci si è giusto appoggiato (questo fa capire che la mia auto è fatta di carta velina). Capita. Non è stato fatto mentre faceva l'idiota in auto, si è assunto le sue responsabilità, ha chiesto scusa a iosa ed ha riparato non solo il danno fatto da lui ma anche alcuni graffi che mi erano stati causati da ignoti e mi ha pure pulito l'auto dentro e fuori.
Ah, vi racconto un aneddoto successo ieri. Torno a casa dal lavoro e mentre salgo le scale incrocio quelle che penso essere le mamme dei ragazzi meridionali che abitano al piano di sopra. Saluto "Buonasera!" con il sorriso, come faccio con chiunque incrocio per le scale, e una delle due signore guarda l'altra e dice "Ecco! Questa è una ragazza educata! Lo sa signorina, prima di lei è sceso un giovanotto, lo abbiamo salutato ma non ci ha nemmeno degnato di uno sguardo!" ed io prontamente "A me è stato insegnato che si saluta quando si incontra qualcuno per le scale" "a lei hanno insegnato bene! Arrivederci signora, lei è tanto educata!". Ecco, mi ha fatto contenta questo scambio di battute e orgogliosa di me stessa. E' che veramente, l'educazione ormai è merce rara. 
Ma visti questi due aneddoti, nel mondo forse c'è ancora speranza.

3 commenti:

Susan Moretto ha detto...

forse al mondo c'è ancora speranza,ma mi chiedo: per l'Italia c'è speranza?
ah, non ci spererei troppo :P

Moky ha detto...

Che persona onesta, caspita!!!

Giornalista Chiacchierona ha detto...

Che belle scene :)
Racconti di un mondo che sembra non esistere più...
<3