lunedì 21 gennaio 2013

I film della mia vita #41

E' da davvero tanto (da ottobre) che trascuro le mie piccole "rubriche" e devo ammettere che il motivo è solo in parte la mancanza di tempo. Purtroppo da ottobre la mia vita ha subito un duro colpo. Come vi ho già detto una persona della famiglia ci ha lasciati improvvisamente e la cosa ha avuto serie conseguenze sullo stato d'animo mio e di Martitino. Poi c'è stata sta cosa del trasloco che ci ha impegnati  più ore dell'orologio. Però siamo stati bravi eh, perchè in un mese abbiamo fatto! Ora non ci resta che restituire le chiavi e siamo a posto.
Ok, poi dovrò sistemare il macello che c'è quì:il corridoio è pieno di scatoloni e sono stufa di inciampare ovunque vado. Ma punto a sistemare tutto il prima possibile.
Ma torniamo alla mia rubrica. Oggi vi propongoun classicone romantico. E alzi la mano chi non ha mai sognato di indossare gli abiti che la protagonista indossa in questo film...
Titolo: Sabrina. Titolo originale: Sabrina. Anno: 1954. Regia: Billy Wilder.

Figlia dell'autista della ricca famiglia Larrabee di Long Island, Sabrina  Fairchild (Audrey Hepburn), è una ragazza molto introversa e segretamente innamorata del figlio più giovane della famiglia Larrabee, David (William Holden), il quale però è un incallito Don Giovanni che non la degna di uno sguardo. Sabrina passa ama passare le serate appollaiata ad un albero spiando David durante i grandi ricevimenti che la famiglia Larrabee è solita dare. Una sera in cui si sente più triste e frustrata del solito si chiude nel garage del Larrabee, accende i motori di tutte le auto ed attende la sua fine respirando i gas di scarico. Arriva però Larry (Humphrey Bogart- In realtà si chiama Linus, ma nel doppiaggio italiano il nome viene cambiato in Larry...molto meglio secondo me. n.d.r.) che apre il portone del garage, spegne i motori e la porta fuori. Il giorno dopo Sabrina parte per Parigi dove vivrà due anni per frequentare una prestigiosa scuola di cucina e dove ritroverà la voglia di vivere, senza però dimenticare David.
Al ritorno a casa appare totalmente cambiata. Non solo per il taglio di capelli, ma per i nuovi modi raffinati imparati a Parigi ed un ottimismo che che mai si era visto sul suo volto.  David vedendola (in realtà l'ha portata a casa dalla stazione ma non l'ha riconosciuta fino all'arrivo a casa) resta molto colpito da lei e la invita la sera stessa al ricevimento in programma nella sua casa.  Sabrina però non sa che David è in procinto di sposarsi con una ragazza il cui padre è un magnate della canna da zucchero. Il matrimonio (il quarto per David) è stato combinato da Larry, il quale dirige l'azienda dei Larrabee e vede nel matrimonio un affare. David però riesce a liberarsi della fidanzata ed invitare Sabrina al campo da Tennis dove era solito portare anche le altre ragazze. Andato a recuperare due bicchieri ed una bottiglia di Champagne viene però chiamato dal padre e dal fratello per una "chiacchierata" e, dimenticatosi dei bicchieri che si era messo nella tasca posteriore dei pantaloni, si siede ferendosi. Larry intende rispedire Sabrina a Parigi per far sì che non vi siano ostacoli al matrimonio e questo episodio sembra la manna dal cielo. Durante la convalescenza di David, Sabrina passa molto tempo con Larry imparando a conoscerlo ed innamorandosene ad un certo punto. Nel frattempo anche Larry si è innamorato di lei e questo rende il doverla mandare a Parigi ancora più duro, perchè oltre che a deliderla sarebbe costretta a mentirle. Le rivela dunque tutto il piano e Sabrina si prepara a partire, con una tristezza incredibile.
Ma durante la firma dell'accordo Larry capisce di non poter fare a meno di Sabrina ed esce di corsa dall'ufficio per raggiungere Sabrina, la quale si trova sul ponte della nave. Quando alla fine appare Larry i due si abbracciano e...vissero per sempre felici e contenti.
Voi lo avete visto? Sì? Secondo me è un film bellissimo. Ne hanno fatto anche remake nel 1995 interpretato da Harrison Ford e Julia Ormond ma non è nemmeno lontanamente paragonabile all'originale.
E poi la fantastica La vie en rose di Edith Piaf, tema del film, rende l'atmosfera ancora più romantica. 
Haudrey Hepburn in questo film è bellissima ed i suoi vestiti (alcuni di Givenchy!) sono meravigliosi. Per esempio io adoro l'abito nero che indossa nell'ufficio di Larry quando la invita lì la prima volta..quello con la gonna larga..meraviglioso.
Ma ora vi lascio alle foto ed ai video!
Enjoy!




                                              (E' questo l'abito che adoro!)
Video!

2 commenti:

MammaTogata ha detto...

Ciao Peggy, un bacio grande

Peggy Lyu ha detto...

Ciao MammaTogata! Che bello risentirti! :)